Intervista a Raffaella Dallarda, autrice della guida  “E-SPAnsiva. 50 migliori SPA italiane”.

Intervista a Raffaella Dallarda, autrice della guida “E-SPAnsiva. 50 migliori SPA italiane”.

Raffaella Dallarda è fondatrice di Inspatime.com, una realtà di comunicazione e consulenza di Spa; vive a Milano, dove esercita le professioni di naturopata e fisioterapista. È inoltre specialista del benessere, blogger di wellness destination e tiene master, conferenze e convegni nazionali e internazionali, anche aziendali. L'autrice è stata classificata tra le "100 donne Forbes 2022", per aver portato crescita e cambiamento nel turismo di benessere Made in Italy.
 
 
 
 
«Quando e come è nata l'idea alla base della tua interessante guida? So che hai testato personalmente ognuna delle cinquanta strutture presentate nel testo: come ti sei organizzata logisticamente per affrontare questo viaggio in lungo e in largo per l'Italia? Ti sei affidata a degli sponsor?»
 
L'idea alla base della guida è un desiderio che mi ha sempre ispirata negli ultimi venticinque anni, da quando, appassionata di mete di benessere e terme, non riuscivo a trovare un diario di viaggio che mi sintetizzasse le peculiarità e guidasse attraverso le unicità di quella destinazione. Nel frattempo, ho viaggiato tanto nei cinque continenti, alla ricerca di approcci di cure del sè e rimedi di guarigione complementare e naturale. All'estero trovavo sempre più fonti di ispirazione, legate all'olismo o all'alchimia o a tecniche di medicine orientali, che integravo con il mio background di studi e corsi di formazione di aggiornamento. Ma la vera spinta “audace” è stata nel pieno della prima pandemia, quando, costretta tra le mura di casa e isolata completamente, ho maturato di vivere nel paese del vero ben-essere, ricco di tutte le risorse spontanee in ogni pilastro dello star bene. Ho atteso che aprissero le strutture, dai primi di giugno 2020 e mi sono equipaggiata di spirito d'avventura e fiducia nella vita, tanto da salire a bordo della mia auto, da sola, per superare il lutto appena accaduto del mio papà e andare a caccia di esperti del wellness a cui dare voce, con video-interviste. Dovevo stare in viaggio per un paio di mesi estivi, attraverso le regioni del Sud Italia e, in realtà, ho cavalcato la sfida di completare il tour delle venti regioni, stando in giro per due anni, guidando 160.000 km e chiedendo ospitalità alle varie strutture ricettive che intervistavo. Lungo il percorso, mi informavo quali fossero le aziende di settore residenti in ogni regione e mi sono proposta di andare a visitarle e a creare relazione con i titolari o lo staff del marketing. Così, non è stato poi difficile attrarre l'interesse dei brand, creando una grande rete di marchi anche apparentemente distanti tra di loro, che potessero dialogare sul benessere aziendale e non solo, del Made in Italy. A gennaio 2022, sentivo che avrei dovuto raccogliere tutte le esperienze, i contenuti, i valori, la conoscenza che avevo collezionato e darne una forma concreta in un'opera che potesse riunire B2B a B2C, che potesse espandere la cultura del settore a esperti, operatori, investitori, ma anche a consumatori e Spa-Lover. È così che è nata l'idea. Dopo vari tentativi falliti e proposte smarrite a case editrici autorevoli, ho ricevuto un invito da BFC media, il gruppo Forbes, che cercava un prodotto di alta gamma da allegare alla neo rivista americana di lusso, senza compromessi, Robb Report, che era appena stata acquisita. E dopo una iniziale conoscenza e trattativa, nel giro di pochi mesi il sogno si è concretizzato in un ambizioso progetto editoriale e digitale, con la stampa di 7.000 copie, eleganti e attraenti, nella qualità delle foto e del format e il lancio del libro, in un evento memorabile.
 
 
«Per chi non si è mai approcciato a queste realtà, vuoi spiegarci quali sono i benefici - fisici e mentali - di un soggiorno in SPA?» 
 
Per rispondere a questo quesito, bisogna prima chiarirsi sul tipo di SPA e di ben-essere che si vuole raggiungere da quella Spa-Experience. Mi spiego meglio. La permanenza in una destinazione termale, con acque taumaturgiche e salubri per determinati sintomi, permette di raggiungere benefici totalizzanti, così come una Medi-Spa, simile a una clinica della longevità, che evochi il ricordo delle iconiche Beauty Farm di vent'anni fa, permette di cambiare il proprio stile di vita e di investire sulla propria prevenzione alla salute. Tuttavia, una esperienza in una Urban Spa, in un lussuoso city hotel, può rappresentare una magica parentesi che regali il sogno di una rigenerazione anche ai sensi. Oppure, una Spa Destination sostenibile, in un luogo di evasione, a contatto con la natura e le attività outdoor o i percorsi emozionali, può trasformare la propria stabilità mentale e armonia sensoriale.
 
«Una domanda che sorge spontanea quando si scorrono le pagine della tua elegante guida, impreziosite da tante fotografie che mostrano la bellezza dei luoghi di cui parli: oggigiorno le SPA, e in particolare quelle descritte nel testo, sono riservate solo a un certo tipo di clientela benestante o vi sono anche strutture alla portata di tutti, e magari, ad esempio, dei più giovani?»
 
Parto dal presupposto che la mia formazione professionale ed esperienza di vita è sorta come fisioterapista, a contatto con un mio fratello con disabilità e a persone in difficoltà, da riabilitare e riportare alla normalità o a un livello di autonomia integrata. Perciò, dedicare la mia vita a diffondere benessere, come facoltà umana e responsabilità sociale, è sempre stato il mio impegno, perchè ritengo che stare bene sia un diritto di ciascuno. Dovendo però selezionare una scelta di destinazioni Spa da inserire nella guida, mi sono rivolta a un tipo di hospitality esigente, alto spendente, perchè è nelle realtà di lusso che si comprende dove l'innovazione stia andando e dove si investe nella ricerca, nel progresso, nella tecnologia, nella domotica, nel livello di sofisticazione.
 
 
«Se potessi progettare la tua SPA ideale, come sarebbe?»
 
Questa domanda si sintonizza su un altro dei miei sogni che vorrei si realizzasse a breve: concretizzare un luogo del cuore, che permetta a generazioni diverse di trovare la propria forma di benessere, in un incontro tra Oriente ed Occidente e che crei quel senso di appartenenza a una community, dove è bello ritornare perchè dimora quell'anticipazione dei desideri più profondi di ogni ospite. Fondamentale deve esserci la presenza dell'elemento acqua, in modo spontaneo, di un ritorno al contatto con la natura, di laboratori artistici e sinestetici sui sensi, di una ricerca illuminata per trasformare la permanenza in una vera metamorfosi alchemica, di un rinnovamento del mind set e di una cura del proprio stato di fertilità e longevità.
 
 
«Che percorso hai intrapreso per diventare una wellbeing specialist?»
 
Ho conseguito una laurea in Terapista della Riabilitazione e, successivamente, in Naturopatia. Ho raggiunto un Master alla LUISS di Roma, in “Management e Marketing di Health & Wellness Spa”. Ho lavorato per quasi trent'anni a contatto con esperti, medici, ricercatori scientifici, ma anche grandi maestri spirituali illuminati, con cui  i sono formata nel mondo, in ritiri di crescita personale. In contemporanea, ho superato un concorso pubblico e insegno di ruolo, ora part time, da venticinque anni.
Ho aperto un blog di benessere, dieci anni fa, che poi è diventato una Srl, con il brand INSPATIME, “it's time for Spa! It's time to feel good!” Ho viaggiato sempre tanto, nel mondo, alla ricerca di ingredienti autoctoni, di guaritori e curanderi da intervistare, di scienziati e studiosi da cui apprendere, di esperti e specialisti con cui confrontarmi.
 
 
«Vuoi parlarci del tuo progetto Inspatime.com?»
 
Inspatime.com oggi è una Srl, con sede a Milano, di comunicazione, consulenza e realizzazione di eventi di wellness, hospitality e Spa Destination. Custodisce l'ambizione di lanciare, a livello biennale, la guida “E-SPAnsiva”, in un grande evento internazionale, con gli awards autorevoli, reclutando le migliori aziende di settore, lo scouting del personale più selezionato e le Spa Destination, da guidare e aiutare a ridurre i rischi anche energivori, per darne voce e visibilità. Collateralmente, sostenere progetti di corporate well-being aziendale, lanciare una linea ecommerce di “Spa a la Maison”, educare e divulgare uno stile di vita sano, anche attraverso progetti nelle scuole coi bambini e fondare la “Spa della Vita”.
 
 
 
Contatti
www.inspatime.com
https://www.instagram.com/raffaelladallarda/
https://www.facebook.com/raffaella.dallarda/
https://www.youtube.com/channel/UCQzZOOBaa2wKLYjqcy84big
 
 
Link di vendita online
https://www.amazon.it/SPAnsiva-50-migliori-SPA-italiane/dp/B0BN4T1P39
https://www.ibs.it/spansiva-50-migliori-spa-italiane-libro-raffaella-dallarda/e/9791280804099
 

benessere, libri, spa, yoga

Articoli correlati

Interviste

Intervista a Mario Alessandro Sala, autore del saggio “Si cresce solo per entusiasmo”.

06/05/2024 | Bookpress

Mario alessandro sala è partner della società di consulenza praxis management, keynote speaker, ghostwriter, sparring partner di ceo e leader apicali di impresa ed è i...

Interviste

ADESSO MUSIC: FRANCESCO FERRARO, DAPULEO E RENDA INSIEME IN UN SINGOLO PER LA LABEL DI JUNIOR JACK. L'INTERVISTA

03/05/2024 | dl

Come avete iniziato la vostra carriera di dj's, in quale anno e la prima esperienza formativa in consolle   francesco ferraro: la passione per la musica è stata una pa...

Interviste

Delalibra, molto più di un semplice musicista

29/04/2024 | lorenzotiezzi

Siamo lieti di incontrare delalibra, pseudonimo di diego ferrari, giovane talento nato a bologna nel 2001. Delalibra è molto più di un semplice musicista: è un essere ...

424677 utenti registrati

17085930 messaggi scambiati

17669 utenti online

28147 visitatori online